domenica, settembre 23, 2012

Due Gesuiti

mi hanno interrotto con un accento americano mentre disegnavo tranquillo seduto sul prato.

Dio può aiutarci se ci affidiamo a lui, lei che ne pensa?

Ho guardato la moleskine, ho messo il segnalibro, appoggiato la micromina e gli ho passato il tutto. Il gesuita americano mi ha guardato stranito.

“Mi affido a lui tramite voi, giusto? Non avrà problemi a finire quel disegno ed a farmi diventare abbastanza famoso per potermi permettere di vivere col sudore delle giornate passate a creare sogni da regalare ad altri. Io faccio del bene attraverso l’unica cosa che so fare bene. Si può affermare che io doni la mia anima agli altri. Gesù mi conosce bene e Dio, suo padre, ancora meglio. Non chiedo altro che quello che già c’è scritto sulle sacre scritture: lavorare per vivere.”

Mi sono alzato ed ho preso il cellulare dalla borsa guardandoli negli occhi.

“…fate con comodo, io nel mentre mi licenzio dal part time sottopagato. Mi affido completamente a lui. Ci conto eh!?”

1 commento:

nico robin ha detto...

che bello questo discorso ghego!